1
Home Principi

I principi dell'Associazione Famiglie Diurne del Mendrisiotto (AFDM)

La linea di condotta dell’AFDM è l’accoglienza intesa come apertura e empatia verso tutti. Tutte le persone hanno diritto al rispetto e alla considerazione, indipendentemente dalla loro età, dal sesso, dall’origine sociale, dalla religione, dalla cultura o dalla situazione sociale nella quale si trovano.

L’AFDM si propone di ascoltare, accogliere e sostenere le famiglie che si rivolgono al suo servizio perché si trovano in situazione di bisogno.

In nessun caso, le persone che collaborano con l’AFDM, giudicano, criticano o sottovalutano il bisogno della persona o della famiglia che si rivolge loro.

L’AFDM è convinta che l’infanzia è un periodo fondamentale di crescita e che durante questo periodo occorra porre particolare attenzione al bambino, cercando di rispondere al meglio ai suoi bisogni.

L’AFDM e tutti quelli che vi lavorano credono che un ambiente adeguato (in tutti i suoi aspetti sociali, fisici e relazionali) sia un prerequisito non trascurabile per uno sviluppo armonioso e completo di ogni individuo.

L’AFDM aderisce ai principi pedagogici che stanno alla base di una presa a carico consapevole e curata di chiunque gli si rivolga per far fronte ad una problematica famigliare, pertanto gli obiettivi dell’AFDM sono i seguenti:

principi

  1. Offrire dei servizi diversificati che diano la possibilità ai genitori di conciliare gli impegni professionali e personali con la cura dei propri figli.
  2. Attraverso gli affidamenti diurni promuovere la collaborazione fra persone i cui figli necessitano di un collocamento durante la giornata lavorativa e persone che hanno la possibilità di accogliere bambini in affidamento.
  3. Rendere concreto il concetto di SCELTA per le famiglie . L’AFDM desidera, infatti, che le famiglie abbiano la possibilità di valutare quale sia la soluzione migliore per la propria situazione personale, per le caratteristiche dei propri figli e per il proprio stile di vita rispetto al delicato compito di conciliare tempo lavoro con la cura dei figli.
  4. Sensibilizzare famiglie e educatori sull’importanza che ricoprono nella crescita dei bambini. Sottolineare l’importanza di un ascolto del bisogno del bambino e di un ambiente adeguato alla sua crescita.
  5. Informare la popolazione sui servizi offerti.
  6. Sostenere e riunire le persone coinvolte nell’AFDM con la loro formazione.
  7. Sostenere i genitori nel loro ruolo educativo tramite l’ascolto, la partecipazione e non da ultimo l’organizzazione di incontri che trattano temi riguardanti l’educazione.
  8. Collaborare con enti pubblici al fine di realizzare gli obbiettivi precedentemente espressi.
  9. Organizzare e promuovere corsi di formazione per il personale delle proprie strutture e per le famiglie diurne.
  10. Proporre alle famiglie e alla società un modello educativo non autoritario ma basato sull’ascolto del bambino e dei suoi bisogni, permettendogli di crescere secondo i suoi tempi e le sue necessità, ponendo particolare attenzione agli aspetti affettivi, intellettivi, umani e spirituali.